Spedizione gratuita per ordini superiori a 100€

Jacket EW. Il giubbino con l’esclusiva membrana al Grafene.

Andando verso il clima più mite della primavera, sarebbe corretto rivedere il proprio guardaroba ciclistico e cominciare ad allinearlo alle temperature via via più calde. Lavate quindi accuratamente i vostri capi invernali come vi abbiamo giù mostrato in un articolo e tirate fuori quelli per le mezze stagioni.
Pedalare con addosso un abbigliamento troppo pesante infatti è rischioso perché si può andare incontro ad una eccessiva sudorazione. Questa umidità generata dal corpo a contatto con il freddo crea una condensa all’interno del capo. In questa situazione, se non abbiamo uno strato base adatto che crea una intercapedine tra la condensa e la pelle, avremo una continua sensazione di freddo-bagnato, una situazione pericolosa per la nostra salute in quanto appena smettiamo di pedalare il nostro corpo si raffredda molto velocemente con il rischio di sbalzi termici che possono provocare raffreddori, bronchiti o polmoniti. Questa situazione viene accentuata in particolare quando il percorso prevede la presenza di lunghe discese precedute da altrettante salite. Ricordiamoci sempre che il vero obiettivo dei capi tecnici da ciclismo di qualità quello di mantenere sempre una perfetta termoregolazione del corpo. Questa si raggiunge utilizzando tessuti altamente tecnologici che, riuscendo a trasportare il sudore generato durante l’attività sportiva all’esterno, garantiscono il benessere fisico necessario per concentrarsi unicamente sulla performance.


Quale giubbino utilizzare per la fine dell’inverno?

La nostra soluzione per proteggere la parte superiore del corpo nelle stagioni intermedie, e in particolare a inizio e a fine inverno, la Jacket EW. Se abbinata correttamente al giusto baselayer, grazie alle esclusive tecnologie utilizzate vi garantire un altissimo controllo termico ed una leggerezza incredibile per una giacca di questa tipologia.
Il capo utilizza al suo interno una membrana al Grafene, un nuovo materiale che consente di realizzare un tessuto sottilissimo e leggero ma allo stesso tempo caldo e isolante, con lo scopo di mantenere la corretta termoregolazione corporea durante lo sforzo fisico.
Il trattamento Bionic Finish Eco® applicato sulla parte esterna della giacca, inoltre, la rende totalmente idrorepellente, proteggendovi così dai classici cambiamenti meteorologici tipici di queste stagioni intermedie.


La tecnologia utilizzata per la Jacket EW.

Come abbiamo già anticipato, la tecnologia più innovativa utilizzata per la Jacket EW quella al Grafene. Questo materiale di recente scoperta costituito da un singolo strato di atomi di carbonio e, nell’utilizzo combinato con tessuti tecnici, ha straordinarie capacità di conduzione termica e una capacità di conduzione elettrica di gran lunga superiore al diamante o al rame. Grazie a questo materiale possibile infatti creare capi tecnici con caratteristiche uniche in fatto di termoregolazione corporea e performance dell’atleta.
Vediamo adesso come lavorano nel dettaglio i tre strati che compongono la Jacket EW.
● Strato interno in micro-pile: questo lo strato più vicino alla pelle e a diretto contatto con il baselayer. Realizzato in morbido micro-pile, ha una funzione prettamente coibentante, ovvero isola e trattiene il calore del corpo. Presenta inoltre caratteristiche idrofiliche, ossia che accelerano l’assorbimento dei liquidi espulsi dallo strato base per convogliarli poi verso la membrana intermedia.


● Membrana intermedia al Grafene: la membrana veicola per osmosi l’umidità prodotta dal corpo e assorbita dallo strato interno verso lo strato di tessuto esterno. Grazie alla sua straordinaria capacità di termoconduzione, il suo funzionamento consiste nel dissipare il calore prodotto dal corpo durante lo sforzo per poi ridistribuirlo in tutta l’area del giubbino, creando cos  una termoregolazione corporea e un microclima interno più omogeneo. Questa membrana inoltre regola anche le fonti di calore provenienti dall’esterno, andando a riscaldare le zone non esposte al sole e a mitigare quelle più esposte. Un’altra caratteristica importante del Grafene quella di essere un potente batteriostatico: i capi con questa tecnologia sono così più igienici in quanto non sviluppano batteri e non trasmettono infezioni virali.


● Strato esterno: lo strato esterno funzionale alla protezione e alle performance della membrana. Per permettere a questa di lavorare al meglio delle sue potenzialità senza rallentarne la traspirazione, non deve essere troppo pesante. Inoltre questo strato necessita di un trattamento water repellent che impedisca al tessuto di bagnarsi, rischiando di raffreddare la membrana e rallentandone il funzionamento. Abbiamo quindi utilizzato il trattamento Bionic Finish Eco  che rende questo strato totalmente idrorepellente. La principale caratteristica di questo finissaggio quella di mantenere alte performance di idrorepellenza senza l’utilizzo di fluoro e formaldeide. Questo si traduce in una sicurezza per l’utilizzatore finale e in un maggior rispetto per l’ambiente.


Curato nei minimi dettagli

Ci sono poi alcuni dettagli fondamentali che vanno ad integrare il comfort del capo, come i polsini costruiti per ottimizzarne la chiusura ed evitare l’entrata di spifferi di aria fredda diretta nel giubbino. Un’altra zona particolarmente importante e sensibile quella del collo e della nuca. Infatti, se da una parte la base del collo deve essere a contatto con un tessuto molto traspirante in modo da mantenerla il più possibile asciutta, dall’altra il collo deve essere disegnato in modo da proteggere dall’entrata dell’aria. Anche la zip frontale di fondamentale importanza per la coibentazione e la protezione del giubbino dall’ingresso dell’aria. Se la zip non è adeguata – non è quindi spalmata waterproof o protetta da un controvento interno – può essere una porta d’ingresso importante per il vento. Per ridurre ulteriormente il rischio di infiltrazioni d’aria è stato usato anche un esclusivo tessuto accoppiato creato in esclusiva da Akkotex per Outwet. Questo tessuto è utilizzato in tutte le finiture ed estremità del giubbino, oltre che in molti altri prodotti della nostra gamma. Tagliato a laser e finito a vivo per sostituire i classici elastici, dona pi  comfort nelle lunghe distanze, garantisce una maggiore protezione e ha un look minimale e futuristico. Infine, per migliorare la visibilità della giacca in condizioni di scarsa illuminazione, sono stati applicati dei termoadesivi reflex sul retro. Jacket EW, che proponiamo in due varianti colore, ha uno stile estremamente discreto ed è la sintesi perfetta di un capo tecnico da ciclismo che unisce all’alta prestazione tecnologica un puro stile italiano.

15% di sconto sul tuo primo ordine

Iscriviti alla nostra newsletter